Articoli

Cosa sono i benefits e come richiederli

Salvadanaro aperto su tavolo e tante monete

I benefits sono l’equivalente dei sussidi italiani, indispensabili per aiutarci nei momenti di difficoltà. Esistono diverse categorie di benefits a seconda delle nostre circostanze, e sono accessibili anche agli italiani residenti in Gran Bretagna. Quali tipi di benefits esistono e come si possono richiedere? Scopriamolo insieme.

Come richiedere i benefits? 

Per poter richiedere i benefits dovrai per prima cosa dimostrare il tuo “right to reside”. Se vivi nel Regno Unito da più di cinque anni, il settled status richiedilo qui se non l’hai ancora fatto – dimostrerà automaticamente la tua residenza nel paese.  

Se invece risiedi nel Regno Unito da meno di cinque anni, il pre-settled status non può essere usato per dimostrare il tuo “right to reside”.

Come presentare la domanda per l’Universal Credit e ottenere sussidi statali?

 

Esistono però altri modi per dimostrarlo:

  • Se lavori da almeno tre mesi (in proprio o come dipendente) e guadagni in media più di £166 a settimana, puoi mostrare una tua busta paga o il contratto di lavoro; 
  • Se guadagni meno di £166 a settimana, dovrai fornire più informazioni riguardo il tuo lavoro (da quando lavori, quante ore lavori, quanto guadagni ecc.); 
  • Se non hai un contratto regolare o hai un contratto a zero ore, la persona che deciderà se attribuirti o meno i benefits analizzerà il tuo caso nel dettaglio; 
  • Se avevi il “right to reside” ma non lavori più (sei stato licenziato o il tuo datore di lavoro non ti ha concesso di ridurre le ore per prenderti cura di un figlio) dovrai richiedere il “retaining worker status”. Assicurati di essere registrato come job seeker e conserva tutte le prove del tuo ultimo lavoro; 
  • Se lavori e sei incinta, non perderai il “right to reside” durante il periodo di maternity leave. Se decidi invece di lasciare il tuo lavoro, avrai il “retaining worker status” fino a un anno dalla data di termine del lavoro; 
  • Se un membro della tua famiglia (partner, genitore ecc.) ha il “right to reside”.

Oltre alla residenza dovrai dimostrare la tua intenzione di restare in Inghilterra a lungo termine. Ti sarà chiesto di passare il habitual residence test, le cui domande saranno basate sul tipo di sussidio a cui vuoi fare richiesta. 

Che cosa è il pre-settled status? A chi serve? Ad ogni domanda una risposta!

Che cosa sono il “right to reside” e il “retaining worker status”?

Il Right to reside è il “diritto di soggiorno” e significa che hai il diritto di vivere nel Regno Unito.

Se sei un cittadino europeo, ottieni il diritto di soggiorno se sei:

  • lavoratore dipendente
  • lavoratore indipendente
  • registrato come job seeker (alla ricerca di lavoro)
  • economicamente auto sufficiente
  • uno studente

Il retaining worker status significa che hai mantenuto il tuo status di lavoratore.

Lo status di “lavoratore” viene mantenuto quando il lavoratore non è temporaneamente in grado di lavorare a causa di una malattia o un infortunio sul lavoro. Questo vale per coloro che non sono attualmente occupati.

Housing benefits governo inglese

Quando è possibile richiedere i benefits?

Quando non guadagni abbastanza o sei disoccupato 

Se sei attualmente alla ricerca di lavoro, oppure non guadagni abbastanza per vivere correttamente, potresti aver diritto allo Universal Creditun sussidio che raggruppa molti benefits (Housing Benefit, ESA, JSA, Child Tax Credit, Working Tax Credit e Income Support). I requisiti sono: 

  • Guadagni poco o non hai molti soldi (meno di £16,000); 
  • Hai raggiunto la maggiore età (in alcuni casi puoi anche riceverli a partire dai 16 anni); 
  • Hai bisogno di aiuto per pagare l’affitto o il mutuo; 
  • Sei attualmente disoccupato e stai cercando lavoro; 
  • Sei malato o hai una condizione per cui ti è difficile lavorare. 

Se hai passato l’età della pensione non hai diritto all’Universal Credit, ma potresti beneficiare di altri sussidi statali.  

Hai bisogno di assistenza per presentare la domanda per richiedere l’Universal Credit?

La somma di denaro versata dallo stato dipende dalle tue circostanze: 

  • £251.77 al mese per chi ha meno di 25 anni e vive da solo/a; 
  • £317.82 al mese per chi ha più di 25 anni vive da solo/a; 
  • £395.20 al mese per chi ha meno di 25 anni e vive con il/la partner; 
  • £498.89 al mese per chi ha più di 25 anni e vive con il/la partner. 

Quando hai una malattia, una disabilità o ti prendi cura di qualcuno 

Che tu abbia un lavoro o meno, puoi ricevere degli aiuti finanziari dallo stato, a condizione che tu abbia vissuto nel Regno Unito per almeno due anni complessivi nell’arco degli ultimi tre anni. Puoi ricevere sussidi se: 

  • Hai una malattia o disabilità: potresti ricevere il Personal Independence Payment (PIP), con pagamenti settimanali a partire da £23.20;
  • Tuo figlio ha una malattia o una disabilità: potresti aver diritto alla Disability Living Allowance for your child (tra £23.20 e £148.85 a settimana);
  • Ti prendi cura di qualcuno che riceve benefits per un minimo di 35 ore a settimana: potresti ricevere il Carer’s Allowance (£66.15 a settimana);
  • Hai superato l’età della pensione e hai bisogno di qualcuno che si prenda cura di te: potresti ricevere l’Attendance Allowance (da £58.70 a £87.65 a settimana). 

Mamma trasporta bambino nel passeggino

Quando hai figli a carico

Se hai figli da mantenere, puoi richiedere il Child Benefit. Non importa se lavori o se hai dei risparmi, ma il figlio deve avere meno di 16 anni o non più di 20 anni e a scuola a tempo pieno. Riceverai, in pagamenti mensili, £20.70 a settimana per il primo figlio; per ogni figlio supplementare la cifra è invece di £13.70.

Non avrai diritto al Child Benefit se tuo figlio: 

  • È in ospedale per più di 12 settimane e non spendi soldi per mantenerlo; 
  • Ha più di 16 anni e lavora almeno 24 ore a settimana; 
  • È stato in prigione o in detenzione nelle ultime otto settimane; 
  • È stato sotto la responsabilità delle autorità locali nelle ultime otto settimane; 
  • Riceve benefits quali il Jobseeker’s Allowance, Universal Credit, tax credits, Income Support o Employment and Support Allowance; 
  • È sposato o in un’unione civile (eccetto se non vivono insieme o se il loro partner studia a tempo pieno).

Hai bisogno di assistenza per presentare la domanda per richiedere l’Universal Credit?

Quando hai superato l’età della pensione 

Potresti aver bisogno di un aiuto dallo stato se la pensione che ricevi non basta a coprire le tue spese. Una volta superata l’età della pensione non avrai più diritto allo Universal Credit, ma ci sono altri aiuti finanziari a cui potresti aver diritto, a seconda della tua condizione: 

  • Se non lavori o non guadagni abbastanza puoi richiedere il Pension Credit per arrotondare i fine mese (la somma ricevuta dipende da quanto si guadagna), o l’Housing Benefit se ti serve aiuto per pagare l’affitto (se hai un lavoro potresti non ricevere alcun housing benefits a meno che il tuo salario non sia sotto una certa soglia);
  • Se hai una malattia o una disabilità puoi richiedere l’Attendance Allowance; 
  • Se ti prendi cura di qualcuno puoi richiedere il Carer’s Allowance (£66.15 a settimana); 
  • Se hai figli a carico puoi richiedere sia il Pension Credit che il Child Benefit 

Ricevo sussidi da un altro stato europeo – posso richiedere i Benefits in Inghilterra? 

Ricevere sussidi da un altro stato UE non ti impedisce di richiedere i Benefits in Inghilterra. Al momento della richiesta è obbligatorio dichiarare da quale stato ricevi i sussidi e quanti soldi percepisci al mese. A seconda di quanti soldi ricevi il Job Centre deciderà a quanti benefits avrai diritto. 

Ora sai tutto sui benefits inglesi. Condividi con noi le tue opinioni nella sezione commenti!

Cercare alloggio a Londra

Affittare casa mano con le chiavi

Quali sono le regole generali per cercare alloggio a Londra?

Partire per un altro stato con l’intenzione di viverci è un grandissimo passo. Non solo forgerà la tua persona, ma ti aiuterà a crescere personalmente e carrieristicamente.

Quando organizziamo il nostro viaggio, potrebbe essere una buona idea iniziare a familiarizzare con i siti internet che offrono alloggi. I siti principali sono, Gumtree e SpareRoom.

Su questi siti cercare una camera a Londra è generalmente gratuito, anche se sono disponibili pacchetti a pagamento che permettono di contattare le agenzie delle case appena messe a disposizione sul sito. Personalmente suggerisco di contattare prima tutte le case i cui annunci sono gratuiti ed eventualmente, spendere qualche sterlina per accedere alle case appena promosse online. Esiste infatti una categoria di annunci di case che è disponibile solo a chi ha sottoscritto un abbonamento. Quindi potrebbe accadere che rimangano disponibili solo gli annunci di case che non sono piaciute a nessuno. In ogni caso, verifica prima quelli gratuiti e solo dopo valuta se registrarti e pagare un pochino.

A londra esistono decine di compagnie di Taxi: Uber, Bolt, Addison Lee. Quali usare e come ottenere dei crediti da usare nella tua prima corsa.

Una cosa sulla quale devi prestare particolare attenzione è effettuare pagamenti dall’Italia nei confronti di privati o agenzie di cui non hai alcuna informazione.

La ragione per la quale suggerisco questo è perché se non abbiamo dimestichezza con la lingua e se non conosciamo l’agenzia alla quale ci rivolgiamo, rischiamo di prenotare una stanza o casa senza che questa esista realmente. Infatti in alcuni siti (Gumtree in primis) è talvolta possibile imbattersi in annunci scam che sono dei veri e propri tentativi di rubarti dei soldi. Perché su Gumtree? perché è uno dei siti di annunci più famosi, preso d’assalto dai nuovi arrivati che risultano spesso essere facili prede.

Che tipo di alloggio posso trovare a Londra?

Londra è una grandissima città e quindi offre una scelta enorme, quindi ne deriva che potrai scegliere tra case di tipo totalmente diverso tra loro, a partire dalla stanza di dieci metri quadrati alla stanza doppia gigante, dalla stanza privata a quella condivisa, dalla casa indipendente alla palazzina con mille piani, dai costi accessibili a prezzi principeschi.

Insomma, Londra è davvero una giungla quando si tratta di affitti e non sempre riusciamo a districarci e a trovare l’alloggio che vorremmo.

Conosci tutte le abbreviazioni più utilizzate nella quotidianità. Leggi la lista di parole più comuni e utilizzate nella vita di tutti i giorni.

Questo anche perché Londra è una città di passaggio il che rende il business delle case molto proficuo. Le stanze belle vanno via immediatamente e dobbiamo sempre essere all’erta per quelle nuove che troviamo sui siti. Mi è capitato di passare intere giornate a spulciare i siti quando cercavo una casa appena arrivato a Londra e ogni qualvolta abbia cambiato casa nel tentativo di trovare qualcosa di meglio.

Un pò così come con il lavoro, quando arriviamo in UK dobbiamo imparare ad adattarci alle difficoltà iniziali e una volta che saremo più pratici con il luogo e con la lingua l’inglese, vorremo cambiare appunto lavoro e casa, migliorando la nostra condizione iniziale.

REGISTRATI SU AIRBNB E RICEVI £20 DI REGALO SUL TUO PRIMO VIAGGIO.

Ma andiamo per passi, cerchiamo di capire come dobbiamo comportarci per cercare una stanza

Il tipo di alloggio che cercherai dipenderà tanto dalla quantità di tempo che rimarrai in una città. Infatti se il tuo sarà un viaggio di breve durata allora probabilmente vorrai valutare hotel, ostelli e b&b, mentre chi decide di trasferirsi in una città nuova, avrà molta più convenienza nel cercare una dimora “fissa”.

Ecco una lista di possibili alloggi temporanei per viaggi di breve durata:

  • Hostel world: negli ostelli si paga poco, anche meno di £10 al giorno. I prezzi possono variare in base ai servizi offerti e alla zona. Negli ostelli condividi la stanza con persone che magari come te stanno cercando un altro alloggio o semplicemente sono in viaggio. Farai tante amicizie, è forse il modo più indicato per fare le primissime amicizie nella nuova città. Considero l’ostello un alloggio indicato per i più giovani in quanto hanno una capacità di adattamento maggiore.
  • B&B: i costi dei B&B sono anch’essi variabili in base ai servizi, zona e qualità del B&B stesso. Puoi iniziare con uno dei portali di più importanti al mondo, Booking, e trovare un alloggio tra i milioni a disposizione. Contrariamente all’ostello, il B&B mette a disposizione stanze private.
  • Hotel – i prezzi degli hotel sono tendenzialmente più alti di ostelli e B&B.
  • Airbnb: sempre più di moda ormai, affittare un appartamento privato o la stanza di un appartamento privato con Airbnb è una buona opzione. Ovviamente, anche qua, bisogna considerarlo come un alloggio temporaneo.
  • Homestay: un altro sito dove poter trovare il tuo alloggio. Molto simile a Airbnb.

LEGGI I NOSTRI SUGGERIMENTI SU COME IMPARARE L’INGLESE

Considera inoltre di cercare un alloggio iniziale di breve durata per poterti dedicare con più calma alla ricerca sia del lavoro che della stanza. Nota bene: il più delle volte è suggeribile cercare casa solo dopo aver trovato il lavoro. Vivere vicini al proprio posto di lavoro ti permetterà di risparmiare tempo (attraversare Londra con i mezzi potrebbe richiedere anche ben più di un’ora) e soldi (attraversare Londra con i trasporti cittadini potrebbe costare diverse centinaia di sterline al mese).

Come accennato in precedenza, esistono diversi siti internet dove è possibile cercare casa. I social sono ugualmente una buona fonte.

I più conosciuti e frequentati sono:

  • ERASMUSU: è la più grande comunità di studenti e professionisti internazionali in Europa. Potrai prenotare alloggi verificati in Inghilterra e disporrai anche di informazioni riguardanti città, università, destinazioni interessanti e forum per conoscere gente.

    COSA OFFRE ERASMUSU:

    1. Stanze in affitto per studenti e lavoratori: scegli solo tra alloggi “verificati”
    2. Assistenza personalizzata per cercare l’alloggio migliore: scrivi città, date e budget a [email protected]
  • Facebook: esistono numerosi gruppi di affitto case su Facebook dedicati a tutto il Regno Unito. Entra su Facebook e utilizza come parole chiave di ricerca “nome città + affitto/rent/cerco casa” e altri sinonimi.
  • Gumtree: in assoluto il sito più frequentato (attenzione alla valutazione degli annunci, potresti trovare qualche scam)
  • SpareRoom: un sito ricco di annunci, consigliatissimo.
  • Rightmove: un altro sito pieno di annunci molto famoso.

Una volta identificata la camera o la casa che ci piace, inviamo una richiesta dal sito sul quale ci troviamo direttamente all’agenzia o privato che ha pubblicato l’annuncio e attendiamo risposta. Chiediamo un appuntamento e vediamo, coi nostri occhi, la casa.

È buona prassi quando chiediamo informazioni sulla casa, anticipare le richieste del padrone di casa, dando qualche piccola informazione su di noi (non entrare mai nei dettagli).

Un esempio di richiesta potrebbe essere:

“Hi, my name is Mario. I saw your advert on Gumtree* and I would like to see the room. I am a single person**, I am Italian and I am 25 years old. I would like to live in the room for a minimum period of at least 6 months***. Would it be possible to book a viewing? Kind regards, Mario.”

*specifica il nome del sito dove hai visto l’annuncio e il suo titolo, potrebbe averlo su diversi siti.

** we are a couple – indica se siete più persone, magari appunto una coppia. Alcuni padroni di casa potrebbero non gradire coppie e quindi evita di perdere del tempo con chi poi vi dirà che non vi darà la casa perché siete in due.

*** se hai delle esigenze specifiche circa la lunghezza del contratto, specificalo: 6 mesi, 1 anno.

Viewing: cosa vedere e cosa chiedere

Quando andiamo a vedere la nostra stanza verrai sommerso dalle curiosità riguardanti la casa. Il tuo obiettivo sarà quello di chiedere più informazioni possibile. Ho provato a scrivere una lista per te:

  • Quanto pago d’affitto? Ogni quanto lo pago?
  • Quanto deposito devo versare? 1 mese?
  • Quante persone vivono nella casa? single o coppie? di quale nazionalità? (potrà aiutarti a capire con chi andrai a vivere)
  • Le pulizie sono comprese?
  • Le bollette sono comprese?
  • Il mio deposito verrà protetto?
  • Quando si libera la casa?
  • Ci sono spese extra oltre deposito, affitto e bollette? (se non sono incluse)
  • Controlla che in camera abbia le cose principali quali lampada, armadio sufficientemente grande, caloriferi etc
  • Controlla che in cucina ci sia padellame sufficiente per tutti e soprattutto non arrugginito (eventualmente chiedi che ti comprino ciò che pensi manchi)

Note bene: qualsiasi cosa manchi nella casa, è giusto che tu lo chieda prima di firmare un contratto. Quando firmi un contratto stai confermando che sei felice della situazione attuale della casa a meno che non scopra in seguito che mancano maniglie dalle porte, che ci sono porte rotte o letti sfondati.

Puoi sempre contattare il sito Shelter o il sito Citizens Advice e chiedere informazioni e suggerimenti riguardanti le leggi che tutelano gli inquilini. Entrambi offrono un servizio gratuito di consulenza.

Le figure dalle quali puoi affittare sono generalmente privati (padrone della casa) della casa o agenzie. Se si tratta di privati è sempre bene cercare di ottenere un contratto di casa. Capita spesso che infatti un privato tenda a tralasciare l’aspetto legale. Assicurati di ricevere un contratto firmato e una conferma di protezione del deposito. Se si tratta di agenzie invece, effettua una piccola ricerca sull’agenzia. Le agenzie sono più precise dei privati, rilasciano sempre un contratto ma non sempre proteggono il tuo deposito. Se vuoi avere informazioni su cosa sia la protezione del deposito visita il sito gov.uk.

Ricapitolando, cosa fare e cosa non fare quando cerchiamo casa

To do:

  • Raggiungere la città e cercare un alloggio temporaneo.
  • Visitare i vari siti di case.
  • In contemporanea cercare lavoro.
  • Identificare la casa e chiedere appuntamento.
  • Effettuare una ricerca sull’agenzia.
  • Assicurarsi di ottenere un contratto.
  • Se stai affittando una stanza direttamente dal sito di una agenzia, assicurati di aver cercato qualche recensione su Google. È buona prassi prendere delle informazioni prima di effettuare alcun pagamento.

Not to do

  • Pagare senza vedere la stanza se stai affittando da un privato.
  • Evitare di pagare più mensilità assieme. Richiesto quando non hai alcuna referenza. Se non hai altre soluzioni, accetta solo se è un’agenzia.

Se ti è piaciuto l’articolo e vuoi condividere qualche spunto, scrivi nella sezione messaggi qua sotto.

Come iscriversi all’università in Inghilterra

Iscrizione università Inghilterra

L’Università in Inghilterra spiegata

Trasferirsi in Inghilterra per frequentare gli studi universitari presenta molti vantaggiè un’occasione perfetta per perfezionare la propria conoscenza della lingua inglese, per arricchire il proprio bagaglio culturale o ancora per migliorare le proprie prospettive lavorative.  

Il sistema universitario britannico presenta molte differenze rispetto a quello italiano, e in questo articolo ti spiegherò, passo per passo, come funziona l’università in Inghilterra, come scegliere quella giusta per voi e come preparare la tua domanda di iscrizione.   

Com’è strutturata l’università in Inghilterra?

Una volta conseguita la maturitàgli studenti che decidono di proseguire i loro studi in Inghilterra frequenteranno o un college, che offre una formazione universitaria insieme ad esperienza più pratica, oppure un’università, che offre corsi di una durata media di tre anni (quattro in Scozia) e che rilascerà alla fine del triennio una laurea, la bachelor’s degree. 

In seguito, coloro che desiderassero proseguire i loro studi possono iscriversi ad un corso postgraduate della durata media di un anno (due se part-time), alla fine del quale otterranno il master’s degree. 

Come imparare l’inglese

Come scegliere l’università giusta per me?

In Inghilterra ci sono più di cento università e college, perciò la scelta è molto ampia e scegliere il corso più adatto a noi non è facile. Bisogna innanzitutto sapere che tutte le università britanniche sono a numero chiuso, e uno dei requisiti più importanti per essere accettati o meno è il tuo voto della maturità. Per ogni corso proposto, ogni università stabilisce un voto minimo per poter essere accettati e, per alcuni corsi dove serve avere una solida conoscenza in una specifica materia, l’istituto potrebbe chiederti un voto minimo specifico per quest’ultima.

VUOI LAVORARE IN MANIERA INDIPENDENTE? DIVENTA TASSISTA A LONDRA

Le università britanniche ti chiederanno anche di giustificare la tua conoscenza della lingua inglese: la certificazione più accettata è lo IELTS, per il quale è solitamente richiesto un voto tra il 6 e il 7.5 (su un voto massimo di 9). Tutti questi requisiti sono facilmente reperibili sui siti di ogni corso universitario sotto la sezione entry requirements: in alcuni casi le università specificano il voto minimo anche per la maturità in Italia, ma in regola generale se il voto britannico richiesto è AAA, questo equivale a un voto di maturità di 95/100, AAB equivale a 90/100, ABB a 85/100 e così via.  

Una volta stabilito a quali facoltà puntare, un’importante domanda da porsi è in quale città vorrai frequentare l’università. La risposta varierà molto in base ai tuoi interessi e alle tue necessità: se hai un budget limitato per l’affitto, prediligerai il nord dell’Inghilterra dove il costo della vita è ridotto rispetto al sud; se preferisci la calma, eviterai città molto movimentate come Londra o Manchester.  

È anche utile sottolineare che in Inghilterra le classifiche contano molto: ogni anno vengono pubblicate le university rankingsdove ad ogni università viene attribuito un voto globale; più l’università è alta nella classifica, più questa è considerata prestigiosa e ben vista sul tuo curriculum in futuro. 

Come preparare la domanda di iscrizione?

Innanzitutto bisogna famigliarizzarsi con il sito UCAS (Universities and Colleges Admissions Service): questo è il portale che fa da intermediario tra gli studenti e le università; non dovrai quindi fare domanda direttamente all’istituto.  

Una volta creato l’account, ci sono diverse sezioni da compilare: 

  • Personal details: dove ti verranno chiesti i tuoi dati personali, il tuo livello scolastico, se possiedi delle qualificazioni ecc.;
  • Course choices: dove ti viene chiesto di indicare quale corso vuoi frequentare e in quale università. Si possono indicare fino a cinque corsi diversi in cinque università diverse. Non c’è bisogno di elencare un ordine di preferenza; ciò ti verrà richiesto più in avanti, una volta ricevute le risposte dalle università. Non è obbligatorio fare domanda per la stessa materia (puoi far richiesta per letteratura inglese a Londra e storia a Birmingham), ma è comunque consigliabile iscriversi a materie molto simili fra di loro, poiché la tua lettera di motivazione (vedi punto successivo) è una sola;
  • Personal statement: questa è la sezione più importante della domanda di iscrizione, poiché ti viene richiesto di scrivere una lettera di motivazione non più lunga di 4000 caratteri o 47 righe, nella quale devi convincere l’università di essere lo studente perfetto per il corso da te scelto. Troverai online molti esempi di personal statementssuddivisi per materia;
  • Reference: ossia la lettera di raccomandazione, solitamente scritta dal tuo insegnante d’inglese o dall’insegnante della materia che desideri studiare all’università. Sarà anche chiesto all’insegnante di includere il tuo predicted grade, una stima del tuo voto della maturità (per coloro che inviano la loro domanda durante il quinto anno di scuola superiore);
  • Fees: la domanda di iscrizione ha un costo: £20 se nei course choices si indica solo una scelta, oppure £25 se le scelte sono da due a cinque. 
Tipologie di contratti lavorativi nel Regno Unito. Tu che contratto hai?

Ci si può iscrivere a partire da metà settembre e la scadenza è il 15 gennaio, ma attenzione: se vuoi iscriversi all’università di Oxford o Cambridge, o se vuoi studiare medicina, odontoiatria, medicina/scienza veterinaria, la scadenza è invece il 15 ottobre 

Cosa succede una volta inviata la domanda?

A partire da marzo dovresti ricevere le prime risposte dalle università. Le opzioni sono tre:  

  • Conditional: ti sarà garantito un posto qualora raggiungerai i criteri richiesti dall’università (solitamente un certo voto alla maturità e allo IELTS);
  • Unconditional: hai già raggiunto tutti i criteri necessari e il posto è tuo;
  • Unsuccessfulla tua domanda non è stata accettata. 

Una volta ricevuta la risposta da tutte le università dovrai indicare le tue firm insurance choices se le risposte positive sono più di una: la firm choice è la tua prima scelta, il corso che più ti interessa e che vuoi frequentare; l’insurance choice è la tua seconda scelta nel caso non raggiungessi i criteri richiesti per la firm choiceed è quindi consigliabile indicare come seconda scelta un’università con entry requirements più bassi.  

Se ricevi il voto sperato alla maturità, lo stato della tua domanda cambierà da conditional unconditionalciò succede solitamente ad agosto quando gli studenti inglesi ricevono i loro risultati. A partire da quel momento potrai richiedere una camera universitaria nelle university hallse prepararti per il trasloco! 

Come finanziare i miei studi?

L’università nel Regno Unito è più cara che in Italia: le tasse per l’anno scolastico 2019/2020 possono costare fino a £9250, o a partire dai £10000 all’anno per gli international students (studenti non europei). 

La maggior parte degli studenti richiedono un prestito universitario da student financesul loro sito troverai tutte le informazioni e i moduli da stampare e compilare. Il prestito copre le tasse per tutta la durata del corso e non ti sarà chiesto nessun pagamento fino a quando non guadagnerai un minimo di £21000 annui. Nel caso non riuscissi a ripagare il tuo debito entro i trent’anni dalla tua laurea, questo sarà annullato.

Scrivi un commento o un feedback nella sezione commenti qua sotto.

Come portare il gatto nel Regno Unito

Trasportare un gatto all'estero

La domanda è sempre la stessa: come portare il gatto nel Regno Unito?

Se il tuo desiderio è quello di trasferirti nel Regno Unito, sappi che c’è la possibilità di portare con te anche il tuo amico a quattro zampe.

Brexit a parte, portare il gatto nel Regno Unito e in generale animali, non è mai stato semplice. Prima addirittura vigeva la quarantena per l’animale cosa che, da molti anni, è stata fortunatamente cancellata.

Puoi entrare o tornare nel Regno Unito con il tuo gatto, cane o furetto se:

I cani devono anche sottoporsi a un trattamento per la tenia.

Il tuo animale domestico potrebbe essere messo in quarantena per un massimo di 4 mesi se non segui queste regole o essergli rifiutato l’ingresso se viaggi via mare.

Portare il tuo animale domestico fuori dal Regno Unito

Esistono diverse regole se vuoi viaggiare dal Regno Unito con il tuo gatto o cane in un altro paese. Controlla le regole del paese nel quale ti stai recando.

Portare il tuo animale domestico in un paese dell’UE

Se vuoi portare il tuo gatto o cane in un altro paese dell’UE hai bisogno di un passaporto UE. Puoi utilizzare il passaporto rilasciato nel Regno Unito.

Viaggiare in Europa dal 1 ° gennaio 2021

Dal 1° gennaio 2021 le regole per viaggiare nei paesi dell’UE con il tuo animale domestico cambieranno. Dovresti iniziare il processo almeno 4 mesi prima del viaggio.

Portare il gatto nel Regno Unito

Il tuo animaletto deve arrivare nel Regno Unito non più di 5 giorni prima o dopo di te, oppure dovrai seguire regole diverse.

Da dove viaggi

Le regole per portare il tuo gatto, cane o furetto nel Regno Unito dipendono dal fatto che tu provenga da:

  • Un paese dell’UE o un altro paese del quale il Regno Unito accetti passaporti per animali domestici.
  • Un paese in elenco.
  • Un paese non in elenco: un paese dal quale il Regno Unito non accetta animali con passaporto oppure che non si trovi nell’ elenco.

Paesi da cui il Regno Unito accetta animali domestici con passaporto

Oltre a tutti i paesi dell’UE, il Regno Unito accetta anche passaporti per animali domestici da:

  • Andorra
  • Azzorre e Madera
  • Isole Canarie
  • Guiana francese
  • Gibilterra
  • Groenlandia e Isole Faroe
  • Guadeloupe
  • Islanda
  • Liechtenstein
  • Martinique
  • Monaco
  • Norvegia
  • Riunione
  • San Marino
  • Svizzera
  • Città del Vaticano

Paesi elencati

I paesi elencati sono:

Antigua e Barbuda, Argentina, Aruba, Ascensione, Australia, Bahrein, Barbados, Bielorussia, Bermuda, Isole BES (Bonair, Saint Eustatius e Saba), Bosnia Erzegovina, Isole Vergini britanniche, Canada, Isole Cayman, Cile, Curaçao, Falkland Isole, Figi, Polinesia Francese, Hong Kong, Giappone, Malesia, Mauritius, Messico, Montserrat, Nuova Caledonia, Nuova Zelanda, Macedonia del Nord, Federazione Russa, Saint Maarten, Singapore, Sant’Elena, Saint Kitts e Nevis, Santa Lucia, Saint Pierre e Miquelon, St Vincent e Grenadine, Taiwan, Trinidad e Tobago, Emirati Arabi Uniti, USA (include Samoa americane, Guam, Isole Marianne Settentrionali, Porto Rico e Isole Vergini americane), Vanuatu, Wallis e Futuna.

Prima di viaggiare

Verifica se la compagnia con cui viaggi:

  • Accetterà il tuo animale domestico per il viaggio e quanti ne accetteranno se ne hai più di uno.
  • Necessita che tu provi che il tuo animale sia in forma e in buona salute per viaggiare, ad esempio una lettera del veterinario o determinate informazioni nel passaporto del tuo animale domestico.
  • Autorizzare qualcun altro a viaggiare con il proprio animale.
  • Il tuo animale domestico può viaggiare con qualcun altro se lo hai autorizzato per iscritto.

Passaporto per animali domestici e altri documenti

Hai bisogno di un passaporto per animali domestici per il tuo cane, gatto o furetto se viaggeranno:

  • Nel Regno Unito da un paese dell’UE o da un altro paese dal quale il Regno Unito accetta passaporti per animali domestici.
  • Dal Regno Unito a un paese elencato o non elencato Regno Unito o viceversa: non puoi farlo se la vaccino antirabbico del tuo animale è scaduto.

Devi sempre portare i documenti originali del tuo animaletto, non le fotocopie.

Ottenere un passaporto per animali domestici

Il passaporto deve mostrare i diversi trattamenti che il tuo animale domestico ha ricevuto.

È possibile ottenere il passaporto da un veterinario autorizzato.

Quando fai domanda per il passaporto devi portare:

  • Il tuo animale domestico.
  • Identità del tuo animale domestico e registrazioni delle vaccinazioni.
  • Risultati dell’esame del sangue di rabbia, se il tuo animale domestico ne ha bisogno.

Dovrai ottenere un nuovo passaporto per animali domestici quando tutti gli spazi per il trattamento sono pieni.

Prima di viaggiare

Verifica che il veterinario abbia compilato le seguenti sezioni nel passaporto:

  • Dettagli di proprietà: è necessario firmare la sezione I se il passaporto è stato rilasciato il 29 dicembre 2014 o successivamente.
  • Descrizione dell’animale.
  • Identificazione dell’animale.
  • Vaccinazione contro la rabbia.
  • Dettagli del veterinario che rilascia il passaporto (per passaporti rilasciati dal 29 dicembre 2014).
  • Trattamento contro la tenia del tuo cane (se necessario).

Microchip

Devi mettere il microchip al tuo animale prima o contemporaneamente alla vaccinazione antirabbica. In caso contrario, dovranno essere nuovamente vaccinati.

Il microchip per i viaggi di animali può essere effettuato solo da:

  • Un veterinario.
  • Una infermiera veterinaria, veterinaria studentesca o infermiera veterinaria studentesca (diretta da un veterinario).

Assicurati che il veterinario inserisca il numero del microchip nel passaporto del tuo animale domestico o nel certificato veterinario ufficiale. La data deve essere prima delle vaccinazioni del tuo animale domestico.

Vaccinazione contro la rabbia ed esami del sangue

Devi far vaccinare il tuo cane, gatto o furetto contro la rabbia prima che possa viaggiare. Il cane deve avere almeno 12 settimane per poter essere vaccinato.

Percorsi approvati

Puoi utilizzare solo determinate rotte di viaggio e compagnie per entrare in Inghilterra, Scozia o Galles.

Controlla i percorsi prima di viaggiare: possono cambiare o possono funzionare solo in determinati periodi dell’anno.

Arrivando nel Regno Unito

Quando arrivi nel Regno Unito, il personale della compagnia di viaggio o dell’aeroporto scansionerà il microchip del tuo animale domestico e controllerà i tuoi documenti. Il tuo animale domestico potrebbe essere controllato prima di salire a bordo, ad esempio se viaggi via mare o Eurotunnel.

Il tuo animale potrebbe essere messo in quarantena o rispedito nel paese da cui ha viaggiato se:

  • Non hai i documenti corretti.
  • Non è stato adeguatamente preparato per il viaggio.

Sei responsabile di eventuali commissioni o addebiti.

Ricapitolando: Documenti e regole per portare il gatto nel Regno Unito

Il tuo animale deve:

  •  Aver compiuto almeno 3 mesi di vita al momento del viaggio.
  • Avere il microchip.
  • Essere iscritto all’anagrafe felina (il veterinario ti rilascerà un foglio).
  • Avere il vaccino antirabbica (il gatto potrà partire dopo 21 giorni dalla data del vaccino somministrato).
  • Risultato delle analisi del sangue facoltativo ( informazione da aggiornare durante l’effettiva data della Brexit).
  • Se il gatto viaggia con qualcuno che non sia il padrone, il padrone dovrà scrivere un’autorizzazione per il trasporto.
Se hai la patente Italiana puoi guidare nel Regno Unito fino all’età di 70 anni. Tu che patente hai?

Conclusasi questa prassi, ti dovrai recare alla ASL felina cui è stato registrato il tuo animale. Dovrai lì ritirare il suo passaporto. Sì, hai capito bene: anche per cani e gatti serve il passaporto per poter viaggiare.

Il passaporto deve contenere i dettagli anagrafici del padrone così come una descrizione dell’animale.

Per maggiori informazioni visita la pagina ufficiale del sito inglese.

Considera i lunghi tempi delle ASL e pertanto organizza tutti i documenti in anticipo.

 

PRONTI, PARTENZA, VIA!

Istruzioni pratiche per portare un animale domestico se arrivi dall’Italia

Hai tre possibilità per portare con te il tuo amichetto

1) Trasporto Cargo

La British Airways dispone di un trasporto cargo sia per cani, sia per gatti. Trasportano l’animale nella stiva dell’aereo assieme all’altra merce, ovviamente usando appositi trasportini. Sul sito della compagnia aerea vi sono tutte le info necessarie relative a questa prima opzione.

2) In macchina passando per l’Eurotunnel

Devi passare lo stretto della manica da Calais (Francia) a Folkestone (Inghilterra).

3) Aereo per Spagna/Francia/Olanda + traghetto

Sembra la scelta più complicata ma in verità è quella che tante persone preferiscono e, organizzandosi prima, è possibile risparmiare qualche soldo in più.

In previsione della Brexit, il passaporto acquisisce una maggiore importanza. Come fare per ottenere il passaporto Italiano se viviamo nel Regno Unito?

Tutto dipende dalla compagnia aerea ma in genere un gatto di peso massimo 8-10 kg viene accettato in cabina e messo con l’apposito trasportino sotto al sedile. Questo per quanto riguarda i voli per Spagna, Francia e Olanda. Ovviamente dovrete pagare il biglietto extra per l’animale.

  1. Se arrivate in Francia potete optare per un servizio taxi che vi collegherà da Calais all’Inghilterra. Le compagnie marittime accettano sui traghetti francesi solo gli animali in auto.
  2. Se invece arrivate in Olanda, potete raggiungere il porto di Hoek Van Holland in treno. Una volta arrivati lì la compagnia marittima STENA vi collegherà dall’Olanda all’Inghilterra, precisamente al porto di Harwich. All’interno della nave il vostro animale verrà sistemato in comode gabbiette munite di tutto il necessario.

Quale trasportino utilizzare

Diverse compagnie aeree preferiscono trasportino rigido, in quanto possono misurare l’ampiezza dello stesso. Fate una ricerca sui trasportini da viaggio per gatti/cani.

Un saluto e un miao a tutte le persone che inizieranno questa nuova avventura!

Cosa sapere del contratto di casa

Contratto casa mazzo chiavi

Ottenere tutte le informazioni riguardanti il contratto di casa non sempre è facile. Cercheremo qua di darti tutte le istruzioni necessarie.

Il contratto di casa è un documento stipulato tra l’affittuario (Tenant) e il padrone della casa (Landlord e meno comunemente Landlady) e stabilisce i diritti e doveri da parte di entrambe le parti. Ti permette di vivere nella casa fintanto che paghi il l’affitto (rent).

Un contratto può avere una durata fissa, esempio (6 mesi, 1 anno) o temporaneo, rinnovandosi settimanalmente o mese per mese.

È buona pratica da parte del tenant leggere ogni singola parola del contratto inclusi termini e condizioni scritti in seconda pagina. È molto importante prestare estrema attenzione a ogni punto dei termini, spesso scritti in un inglese tecnico e non sempre facile da comprendere.

CERCHI CASA A LONDRA? CERCA TRA LE CASE DISPONIBILI NEL CENTRO DI LONDRA

Il contratto di casa è tendenzialmente diviso in due parti o pagine.

Prima pagina:

  • Nome dell’agenzia o individuo privato.
  • Nome dell’affittuario.
  • Costo dell’affitto e modalità di pagamento.
  • Informazioni circa come e quando pagare l’affitto.
  • Costo del deposito cauzionale e come verrà protetto.
  • Dettagli sulle circostanze in cui il deposito (deposit in Inglese) può essere trattenuto per riparare eventuali danni recati alla casa o agli oggetti inclusi nell’inventario.
  • Indirizzo della proprietà.
  • Data di inizio e termine del contratto.
  • Indicazioni circa chi dovrà pagare le bollette (incluse nel prezzo al 100%, parzialmente o a carico dell’affittuario).
  • Una sezione legale dedicata alle firme.

Seconda pagina:

  • Termini e condizioni.
  • Generalmente, ma non sempre, l’inventario ovvero l’elenco di tutte le cose presenti nella casa.
Il colloquio di lavoro è il momento in cui vendi la tua persona per raggiungere l’obiettivo di ottenere un lavoro. Sai come prepararti al meglio?

Molto importante: tra i termini del contratto verranno indicate anche le modalità per una eventuale cancellazione del contratto prima del termine dello stesso. In alcuni casi, l’affittuario potrà cercare un sostituto qualora debba lasciare la casa prima del termine del contratto. Cercare una nuova persona che subentri nella nostra casa, significa evitare di perdere il deposito pagato in quanto, in accordanza con il Landlord, il subentrante pagherà il deposito e il tuo ti verrà restituito.

In base alle leggi vigenti, il deposito deve essere custodito dal padrone di casa o agenzia in delle banche specifiche e dovrai ricevere da loro una ricevuta che confermi la protezione del deposito. È molto importante che il tuo deposito venga mantenuto in queste banche perché, in caso di fallimento dell’agenzia o di fuga del padrone di casa, tu potrai richiedere il tuo deposito a queste specifiche banche. È un tuo diritto ottenere la protezione del deposito e un dovere da parte del padrone di casa proteggerlo. Per maggiori informazioni visita il sito dove troverai tutto spiegato nel minimo dettaglio.

Una volta apposte le firme sul contratto, e dopo aver pagato il deposito e una prima mensilità, l’alloggio sarà finalmente messo a tua disposizione. Per maggiori informazioni riferisciti al sito ufficiale governativo.

Il contratto deve per forza essere scritto?

Quando affittiamo una casa in Italia, ci aspettiamo di ricevere un contratto dal padrone della casa.

In Inghilterra non sempre avviene lo stesso. Mentre le agenzie quasi sempre rilasciano un contratto scritto e appunto firmato dalle due parti, i landlord privati non sempre accettano di rilasciare un contratto scritto. È importante precisare che il contratto verbale è legale.

Esistono due tipi di contratti:

  • scritto
  • verbale

Il contratto scritto è appunto il contratto di cui abbiamo parlato all’inizio dell’articolo.

Il contratto verbale è invece, così come si può intendere dal nome stesso, un contratto le cui “regole” vengono dettate e accettate a voce.

Immaginiamo che la prima mensilità sia di £500, allora tacitamente il costo dell’affitto mensile sarà sempre di £500.

Il contratto verbale risulta essere un contratto legale e valido a tutti gli effetti. Purtroppo, essendo le sue regole state dettate a voce, delle volte potrebbe essere difficile far valere i propri diritti in quanto la parola del landlord potrebbe discordare dalla tua in sede di giudizio. Quando stipuli un contratto verbale infatti, non esiste alcuna prova di quale sia stato l’accordo trovato tra te e il padrone della casa, rendendo così difficile poter constatare chi sia nel giusto e chi no nel caso nasca qualche diatriba tra le due parti.

Io suggerisco sempre di sottoscrivere un contratto scritto così che sia sempre tutto nero su bianco. Il sito internet di Citizens Advice offre una descrizione molto esaustiva della differenza tra un contratto scritto e un contratto verbale e non solo. Infatti su questo sito potrai anche trovare tante informazioni relative alle leggi in generale ed eventualmente potrai contattarli in caso di necessità tramite la pagina dei contatti o tramite live chat, aperta generalmente tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 10 del mattino alle 4 del pomeriggio.

Se hai trovato il nostro articolo interessante o vuoi chiederci maggiori dettagli, scrivi un commento qua sotto e iscriviti al nostro gruppo su Facebook.

NHS e medico generico (GP) – la sanità Inglese

Logo NHS sanita inglese

NHS e GP (medico generico), tutto quello che c’è da sapere sulla sanità nel Regno Unito

Ti sei appena trasferito nel Regno Unito, hai trovato casa, magari anche il lavoro, hai un NIN e se non lo hai ancora, ti invito a dare un’occhiata qui. Quindi il più lo hai fatto, ma non sai ancora bene come funziona la sanità e cosa devi fare per avere un medico generico di base.

Non preoccuparti, continua a leggere e avrai tutte le informazioni necessarie per avere al più presto un GP (medico generico) e capire come funziona il NHS.

NHS UK cos’è e come funziona

NHS, il National Health Service è il servizio nazionale sanitario nel Regno Unito.

Chi può usufruirne? Quali sono i costi e i servizi messi a disposizione dall’NHS in UK?

Destinatari: Tutti i cittadini britannici e europei iscritti come pazienti al registro del NHS, normale o temporaneo (chi sta nel paese più di 24 ore e meno di 3 mesi).
Costi: Il servizio sanitario britannico è gratuito per chi è iscritto ai registri dell‘NHS.
Servizi gratuiti cui si ha diritto: trattamenti del GP (medico di base) e quelli di primo soccorso.
Sono a pagamento invece quelli dentistici e oculistici.
Il servizio nazionale sanitario britannico è uguale e valido per tutto il paese per quanto concerne i cittadini europei.

Esistono decine di compagnie che offrono conti corrente online validi nel Regno Unito. Ecco i 5 migliori scelti da noi

Ora andremo a vedere cosa è necessario fare per iscriversi a un GP e poter usufruire di tutti i servizi messi a disposizione dall’NHS.

Cosa è il GP e come sceglierlo

Il GP (General Practitioner) è il medico di base nel Regno Unito.
In passato, per legge, doveva essere scelto in base al quartiere di residenza, dal Gennaio 2015 invece, i medici sono liberi di accettare anche pazienti residenti fuori dalla loro area.

Personalmente, consiglio di seguire ancora la vecchia procedura per comodità: se ti senti male vorrai un GP vicino casa e non girare Londra in lungo e in largo.

Per cercare l’ambulatorio più vicino entra nel sito dell’NHS, e nella sezione dedicata alla scelta del GP (Find GP services), inserisci il tuo codice postale per visualizzare la lista degli ambulatori disponibili.

Banche fisiche e banche online. Le due facce delle nuove banche di oggi. Differenze e tipologie

Puoi, alternativamente, scegliere il GP in base al tipo di servizio richiesto.
Scegline uno in base alla vicinanza o alle sue recensioni: come tutto, nel Regno Unito, anche i medici sono valutati in base al servizio offerto.

Viaggiare fuori dall’Europa, perché proteggersi.

Mentre l’NHS ti da protezione all’interno del Regno Unito, ricorda che ogni volta che viaggi all’estero devi proteggerti con una assicurazione privata. Un cittadino Europeo può ricevere gratuitamente assistenza sanitaria in territorio Europeo ma in caso di ospitalizzazione, dovrà anticipare le spese per poi richiedere un rimborso. Ecco perche è suggerito avere una assicurazione propria.

Ti elenco qua due delle assicurazioni migliori a livello mondiale, Worldnomads e Columbus.

Come iscriversi al GP

Ora che hai trovato il GP più comodo per te, devi iscriverti.
Questi sono i documenti necessari per iscriversi presso un GP e usufruire dei servizi dell’NHS:

  • GMS1: un modulo da compilare con domande relative alla tua salute e abitudini quotidiane. Puoi prenderlo direttamente in ambulatorio o scaricarlo e stamparlo.
  • Documento di identità: Carta di identità o, ancora meglio, il passaporto: quest’ultimo è sempre preferibile, infatti gli inglesi non vedono di buon occhio la nostra cara carta di identità cartacea.
  • Proof of Address: cioè una conferma del tuo indirizzo nel Regno Unito. Essa può essere una bolletta a nome tuo o il tuo contratto di affitto. Se sei ospite a casa di un amico puoi chiedere di scriverti una lettera dove confermi il tuo domicilio e accompagnare la lettera con la copia di un suo documento.
  • Tessera sanitaria: la tessera non è strettamente necessaria, ma è altamente consigliata per permettere una completa e migliore funzione dei servizi offerti dall’NHS.

Una volta che ti sei assicurato di avere tutti i documenti pronti, prendi un appuntamento e consegnali alla reception dell’ambulatorio. Dopodiché, dovrai aspettare la conferma del GP. Questa ti arriverà per posta all’indirizzo fornito e potrai quindi presentarti alla prima visita conoscitiva. Questa è molto importante perché permette al tuo nuovo medico di conoscerti e sapere qualcosa in più sul tuo excursus medico.

Spero di averti chiarificato tutti i dubbi legati all’NHS e al medico di base in Inghilterra, se hai ancora qualche perplessità per quanto riguarda il tuo trasferimento nel Regno Unito, ti invito a consultare gli altri nostri articoli e a contattarci per qualsiasi domanda o perplessità. Alternativamente puoi anche scrivere un messaggio nella sezione commenti qua sotto.

Nel frattempo Good luck!

Trasporti Londra: London Tube, la metropolitana

Metropolitana di Londra

La metropolitana di Londra

La metro di Londra, meglio conosciuta dai suoi abitanti come “The Tube”, il tubo o ancora London Tube per la sua forma a sezioni circolari, è diventata nel corso dei secoli il simbolo della capitale inglese.

La London Underground, inaugurata il 10 gennaio del 1863 con la tratta Paddington e Farringdon Street, vanta di essere la prima metropolitana costruita al mondo. Negli anni successivi, molti furono gli sforzi compiuti per allargare e rendere la metro londinese la più grande in Europa e terza nel mondo. Infatti la Tube possiede 11 linee della metro, occupa una superficie di 402 km e conta 270 stazioni sparse sul territorio londinese. Si calcola che trasporti in media 5 milioni di passeggeri ogni giorno.

In questo articolo ti fornirò tutte le informazioni necessarie per poter viaggiare a bordo della metro di Londra e approfittare di questo servizio che, seppure ‘anziano’, ha saputo adeguarsi così bene ai tempi da diventare una delle metropolitane migliori al mondo.

Metro Londra: Mappa

Se vuoi iniziare a conoscere la Tube e le sue linee colorate, e quindi diventare un esperto di questo immenso tubo sotterraneo, ti consiglio di studiarti a fondo la sua mappa.

mappa della tube di londraGeneralmente questa così come la vedi, è la mappa ufficiale della Metropolitana di Londra. Sul lato sinistro puoi vedere la legenda, alcuni simboli che troverai nella mappa così da poterla capire meglio. Sul lato destro invece, sono elencate le varie linee, contraddistinte ognuna dal suo proprio colore. Ti basterà cercare il colore della linea di tuo interesse e seguire le varie stazioni di passaggio. Esiste anche una mappa della metropolitana di Londra notturna, ti suggerisco di darle un’occhiata, sono certo che ti servirà.

Recentemente ho scoperto che esiste pure una mappa interattiva molto simpatica che indica il movimento live dei vari vagoni della Tube ricreata da un amante della Metropolitana.

IL CONTO CORRENTE CHE OFFRE STERLINA E EURO: MONESE

Metro Londra Orari

La Metro di Londra, come già menzionato, è formata da 11 linee i cui orari di apertura e chiusura variano a seconda del tragitto di percorrenza. Approssimativamente possiamo affermare che la metro circoli dalle 5 del mattino alla 1 di notte. Per quanto riguarda la frequenza, le corse sono regolari e avvengono con diversi intervalli. Questi ultimi dipendono dalle linee e dagli orari. Durante la peak-hour (ora di punta) sulle linee principali si possono avere treni ogni 1 – 2 minuti, mentre “off peak” (fuori dall’ora di punta), anche ogni 10 – 15 minuti, ma con una media attorno ai 5 minuti.

Da agosto 2016 le linee Central, Jubilee, Northern, Piccadilly e Victoria, effettuano un servizio 24/h durante i weekend. Le linee che effettuano il servizio notturno hanno una frequenza di 10 – 20 minuti, anche questa varia a seconda della tratta, ad esempio, alcune diramazioni della Central non effettuano servizio notturno (North Acton e West Ruislip, Loughton e Epping, and Woodford e Hainault).

APRI UN CONTO CON OMIO E RICEVI 10 EURO DI SCONTO SUL PRIMO VIAGGIO

Tutte le linee sono aperte la notte di capodanno e il servizio è gratuito dall’una alle sei del primo gennaio.

Orari di inizio e fine corsa per ogni linea cambiano a seconda della fermata e della tratta precisa. Per maggiori informazioni vi invito a cliccare su questo link e scaricarvi gli orari che vi servono. Qualora si dovessero effettuare lavori di manutenzione all’ interno delle stazioni, questi vengono effettuati durante il weekend e potrebbero causare cambiamenti nel regolare funzionamento. Spesso gli eventuali lavori vengono comunicati con fogli attaccati alle stazioni ed annunci vocali in metro, quindi ti invito sempre a prestare attenzione per evitare spiacevoli inconvenienti.

Metro Londra: Metodi di pagamento e tariffe

Le tariffe della London Tube sono stabilite dalla TFL (Transports for London) e dipendono dalla zona e dagli orari:

  • Zona: Londra è divisa in 9 zone e il costo dei biglietti dipende dalla zona di partenza e da quella di arrivo. Alcune fermate della metro di Londra possono essere al confine tra due zone. In questo caso, si applica la tariffa più economica. Per esempio, se si viaggia da zona 2 ad una fermata al confine tra zona 2 e 3 la fermata verrà considerata zona 2.
  • Orario: I costi variano a seconda dell’orario. Durante le ore di punta (6.30 – 9.30 e 16 – 19 dal lunedì al venerdì) si ha una tariffa maggiore. Le corse notturne applicano una tariffa non maggiorata.

Un altro fattore che influenza le tariffe della Tube, è il metodo di pagamento usato benché tutti i metodi non offrano un costo modesto. Preparati perché la metro londinese è costosa rispetto a quella di altre capitali europee. Di seguito, un elenco per mostrarti i metodi di pagamento che si possono utilizzare sulla London Tube.

Come pagare sui mezzi di trasporto di Londra?

  • Paper tickets: Sono I biglietti di carta e possono essere giornalieri, settimanali e di gruppo. Questi si fanno alle stazioni metro e sono i più costosi. Inoltre per alcune tratte che includono l‘uso del treno, è necessario fare un biglietto cartaceo con foto- tessera annessa. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito della TFL.
  • Oyster card: è una carta ricaricabile stile fototessera che ogni londinese ha e permette di viaggiare a tariffe più vantaggiose. Per saperne di più ti invito a dare un’occhiata al nostro articolo dedicato alla Oyster Card.
  • Contactless Card: Da pochi anni è possibile pagare i viaggi giornalieri, “Pay as you go”, cioè con una carta di credito o debito contactless. Se la tua carta possiede questa opzione, tutto quello che dovrai fare sarà appoggiarla all’entrata e all’uscita sul lettore giallo presente in tutte le stazioni metro. Il costo del viaggio ti verrà quindi addebitato sul conto associato a quella carta.
  • Apple Pay: è il metodo di pagamento della Apple che consente di effettuare pagamenti contactless tramite iPhone (dal 6 in poi) e da Apple Watch. Questo metodo, ti permette di entrare ed uscire dalla metro poggiando il tuo iPhone o watch sul lettore giallo, presente ai tornelli della metro. Per utilizzarlo dovrai prima collegarlo alla tua carta di credito (assicurati che la tua banca o la carta che hai lo consenta). Questo metodo è applicabile solo alle corse singole e giornaliere. Le tariffe sono quelle stabilite da Transports for London e variano in base alle zone e all’orario. Per saperne di più, ti consiglio di visitare il sito della TFL su Apple Pay.
  • Google Pay: è sempre un metodo di pagamento contactless, questa volta però firmato Google. Per sapere se il tuo dispositivo Android ti permettere di utilizzarlo, devi solo vedere se ti è possibile scaricarlo dal tuo Google Play. Una volta compiuto il download bisognerà collegare questa app alla tua carta. Ciò ti permetterà di effettuare diversi pagamenti contactless tra cui quello per la metro di Londra o London Tube, se preferisci. Ricordati sempre di verificare se è compatibile con questi nuovi metodi di pagamento. Cosi come l’Apple Pay, non puoi usufruire di abbonamenti mensili e settimanali.
  • Mobile contactles: Alcune banche permettono di scaricare le loro app sul cellulare e poter pagare contactless tramite quelle. Sulla London Tube, si possono utilizzare le carte della Barclay (Barclaycard or debit car) collegate alla relativa app (Barclaycard or Barclay mobile banking app).
Le migliori università del mondo si trovano in Inghilterra. Scopri tutti i dettagli su come effettuare l’iscrizione

Per tutti i metodi contactless è possibile creare un account sul sito della TFL e collegarlo con il metodo contactless scelto (Oyster compresa). Questo ti permetterà di monitorare tutti i viaggi e le spese fatte sulla metro di Londra. Per i viaggi effettuati, il “Pay as you go”, è molto importante tener presente il concetto del capping, il limite massimo di spesa che verrà addebitata, raggiungibile al giorno e a settimana. Per una spiegazione ancor più esaustiva del concetto ti invito a leggerti il nostro articolo sulla Oyster.

Metro Londra: Sicurezza

Essendo la London Tube uno snodo fondamentale della capitale, questa ha avuto bisogno di implementare forti misure di sicurezza. Tutte le stazioni sono munite di telecamere e più di 2000 poliziotti sono spesso disposti a presiedere la metro londinese per riportare ed evitare atteggiamenti contrari alla legge. Dopo i diversi attentati terroristici, gli addetti ai servizi sono inoltre stati istruiti tramite corsi di sicurezza per saper cosa fare in caso di necessità. Numerose sono poi le attenzioni verso i clienti della Tube per evitare incidenti minori e non. Nella Tube londinese risuonano con cadenza sistematici ammonimenti come il celebre “mind the gap”, cioè prestare attenzione allo spazio che separa la banchina dal vagone della metro, “il riportare qualsiasi oggetto incustodito al personale competente”, “fare attenzione a borseggiatori”, o in caso di pioggia, “fare attenzione al pavimento scivoloso”.

È importante ricordarsi per la propria sicurezza e per una questione di “galateo” metropolitano di tenere la destra sulla scala mobile per lasciare il passaggio libero. In conclusione possiamo affermare che la metro di Londra è sicura e offre un ottimo servizio per le persone che ci vivono e per quelle che semplicemente la vogliono visitare.

Speriamo, dunque di avervi fornito informazioni utili sulla London Tube, per qualsiasi domanda o perplessità sulla metro di Londra vi invitiamo a lasciare un commento sotto e nel frattempo vi auguriamo un “safe journey”!

Come richiedere il passaporto italiano all’estero

Richiedere il passaporto italiano all'estero

Richiedere il passaporto italiano per viaggiare in Europa diventa sempre più importante

Continua a essere uno degli argomenti più trattati e una delle cose più difficili da ottenere in terra Inglese: che cosa? richiedere il passaporto italiano? no! quello è facile una volta ottenuto l’appuntamento. La cosa più difficile è infatti appunto ottenere l’appuntamento stesso.

Ma come funziona? Fino al 2 luglio 2017 era possibile prenotare l’appuntamento per il passaporto via telefono o attraverso il sito internet messo a disposizione dal consolato italiano.

In seguito, per circostanze ancora a noi sconosciute e fino al Settembre 2018, è stato possibile prenotare l’appuntamento per il passaporto solo attraverso una telefonata, le cui linee sono, come è facile da immaginare, sempre occupate visto l’alto numero di applicanti.

Booking è una piattaforma nella quale puoi trovare milioni di stanze in tutto il mondo. Utilizza lo strumento di ricerca per trovare il tuo alloggio ideale 

Finalmente, recentemente, è stata rilasciata una comunicazione direttamente dal consolato di Londra che riferiva che stavano lavorando per la riapertura delle prenotazioni online. E infatti, a partire dal 3 Settembre 2018, è di nuovo possibile prenotare l’appuntamento per il passaporto online.

Come prenotare l’appuntamento per il Passaporto?

È possibile prenotare l’appuntamento scegliendo tra:

  • prenotazione telefonica tramite Call Centre chiamando il numero 0207 583 1634 la mattina dal lunedì al venerdì nei seguenti orari 8.45 -13.
  • Prenotazione Online.

N.B. Possono richiedere il passaporto italiano tutti i cittadini residenti nella circoscrizione di Londra iscritti all’AIRE.

Che si voglia prenotare l’appuntamento tramite Call Centre o online, in entrambi i casi, bisogna registrarsi al sito Prenota Online. Durante la registrazione dovrai inserire i tuoi dettagli personali.

Una volta terminata la registrazione deciderai tu se prenotare l’appuntamento tramite telefono o via Website. In ognuno dei due casi non sarà semplicissimo “prendere la linea”. Le linee telefoniche necessiteranno spesso di una lunga attesa al telefono e similmente attraverso il sito, il calendario delle date disponibili si riempirà in una questione di secondi dal momento in cui “aprirà” la sessione di prenotazione.

A londra ci sono 5 aeroporti e il cielo inglese risulta essere uno dei più trafficati del mondo

Mentre durante la telefonata ti verranno chiesti i tuoi dettagli per poter prenotare l’appuntamento, la prenotazione attraverso il sito richiede che tu entri nell’apposita sezione dalla quale accederai al calendario delle prenotazioni.

In questa pagina dovrai selezionare il servizio richiesto, in questo caso “Ufficio Passaporti” attraverso il quale accederai al calendario. Come funziona il calendario?

A prima vista la nuova pagina mostrerà un calendario vero e proprio. Tu dovrai semplicemente selezionare una data disponibile. Noterai che la maggior parte dei giorni è indicata in rosso. Questi sono i giorni i cui appuntamenti sono già esauriti.

Questa è la legenda dei colori che potrai leggere anche dall’immagine.

  • Rosso: appuntamenti esauriti
  • Verde: appuntamenti disponibili
  • Grigio: data non selezionabile

Come e quando prendere l’appuntamento

Nei giorni e orari prestabiliti (7 pm ogni lunedì, mercoledì, venerdì) dovrai sederti alla tua scrivania, armarti di tazza di caffè e attendere l’orario di prenotazione.

Dato l’enorme numero di persone che ogni settimana prenotano l’appuntamento, i posti disponibili si riempiranno nel giro di qualche secondo, vedrai il colore del giorno del calendario passare da nero a rosso, letteralmente in pochi secondi.

Il suggerimento è che tu aggiorni la pagina in continuazione fino alle 7 pm cosi che appena vedi la casella del calendario colorarsi di verde tu sia pronto immediatamente a cliccare sul numero così da riuscire a riservare un posto per te.

Una volta selezionato la data, dovrai confermare l’appuntamento.

Se ti è piaciuto il nostro articolo lascia un messaggio nella sezione commenti qua sotto.

 

Domande Frequenti

Le tempistiche per ottenere il passaporto sono entri i 30 giorni dalla data di richiesta.

Verifica tutti i dettagli sulle tempistiche.

Il costo del passaporto, a partire dal 3 ottobre 2018 è di £103.40.

Leggi i costi di tutti gli altri servizi.

Per chi chiama telefonicamente è richiesto di registrarsi al servizio prenota online in modo da ottenere una prenotazione piu veloce

(Note bene, in questo caso devi solo registrarti al sito, la prenotazione avverrà al telefono)

I documenti richiesti sono:

  • modulo di richiesta
  • passaporto precedente
  • documenti di identità
  • 2 fotografie formato tessera

Per maggiori dettagli su quali documenti sono richiesti visita il sito consolare.

Puoi recarti in Consolato senza appuntamento dal ore 9 alle 12.

Leggi tutte le informazioni relative a come ottenere un passaporto urgentemente.

Abbiamo affrontato l’argomento con maggiori dettagli nel nostro articolo dedicato.

Che cosa è il NIN? (National Insurance Number)

National Insurance Number

NIN – National Insurance Number

Una delle cose a cui dare priorità quando arrivi nel Regno Unito è prendere l’appuntamento per ottenere il NIN, il National Insurance Number. Il NIN è un codice identificativo personale simile al nostro codice fiscale che viene assegnato dal DWP (Department for Work and Pensions, ovvero il Dipartimento per il Lavoro e le Pensioni) per gestire la previdenza sociale e il sistema assicurativo nazionale.

Il NIN è composto da lettere e numeri e non cambia mai. Inoltre il National Insurance Number non ha una scadenza.

Puoi trovare il tuo numero NIN:

  • Nella busta paga;
  • Nel tuo P60;
  • Nelle lettere relative alle tue tasse, pensione o indennità;
  • Nella sezione National Insurance del tuo conto fiscale personale, il Personal Tax Account.

Puoi fare richiesta per il NIN se ancora non lo possiedi

A chi serve il National Insurance Number?

– Al lavoratore dipendente (employed).
– Al lavoratore autonomo (self-employed).
– Al tirocinante o studente che vuole pagare i contributi di un eventuale lavoro.
– Allo studente che vuole richiedere un prestito per studiare.
– A chiunque voglia richiedere sussidi statali (benefits).

Se hai intenzione di lavorare nel Regno Unito, hai bisogno del National Insurance Number in quanto è obbligatorio per lavorare in regola, infatti molte aziende lo chiedono ancora prima di esaminarti, insieme al Curriculum Vitae.

Nota bene: Per prevenire eventuali frodi di identità, tieni al sicuro il tuo numero NIN.

A chi potrebbe service il tuo National Insurance Number?

Queste organizzazioni hanno bisogno di conoscere qual è il tuo numero NIN:

  • HM Revenue and Customs (HMRC);
  • Il tuo datore di lavoro;
  • Il DWP – Dipartimento per il lavoro e le pensioni;
  • Il tuo council locale (comune di residenza), se richiedi sussidi per l’alloggio;
  • Electoral Registration Officer (per verificare la tua identità quando ti registri per votare);
  • La Student Loan Company, se richiedi un prestito studentesco;
  • Fornitori di servizi finanziari autorizzati che ti aiutano ad acquistare e vendere investimenti come azioni, obbligazioni e derivati: puoi verificare se il tuo fornitore è autorizzato.
Hai mai sentito parlare di VPN? Con un VPN è possibile guardare i nostri canali preferiti italiani anche dall’estero

Puoi richiedere il National Insurance Number solo da suolo Britannico. E’ una delle prime cose da fare appena arrivi nel Regno Unito se stai pianificando di lavorare o richiedere un prestito studentesco.

Puoi richiedere il National Insurance Number chiamando il Jobcentre, al telefono.

NUMERO DI TELEFONO PRENOTAZIONE APPUNTAMENTO 0800 141 2075 (solo da UK)
NUMERO DI TELEFONO NIN NON RICEVUTO 0800 141 2079 (solo da UK)
NUMERO DI TELEFONO HMRC PER CAMBIO DETTAGLI NIN +44 0300 200 3300
SITO WEB HMRC CAMBIO DETTAGLI NIN https://www.gov.uk/tell-hmrc-change-of-details

Come prenotare il National Insurance Number tramite i Job Center

Per prendere l’appuntamento per il NIN devi chiamare il numero 0800 141 2075. Non è possibile, infatti, effettuare la prenotazione né online né recandosi direttamente al Job Center.

Non preoccuparti se non sei esperto in inglese: gli operatori ti guideranno con gentilezza e molta disponibilità. In alternativa potrai chiedere a un tuo amico di chiamare per te.

Ci sono delle cose che devi sapere se vuoi portare il tuo gatto nel Regno Unito. Noi le abbiamo raccolte per te

Puoi chiamare il numero 0800 141 2075 solo ed esclusivamente dal Regno Unito. Una voce virtuale ti inviterà a selezionare un tasto secondo che tu voglia chiamare per prendere un appuntamento o per aggiornare i dettagli di un appuntamento già fissato.

Durante il colloquio, ti verrà chiesto perché hai bisogno del NIN. Ti verrà anche detto quanto tempo ci vorrà per ottenere il National Insurance Number.

Per facilitare la comprensione delle domande che ti verranno fatte, leggi la lista di domande qui trascritte:

  • Nome
  • Cognome
  • Data di nascita
  • Indirizzo di residenza in UK
  • Giorno di arrivo in UK
  • Nazionalità. Ti verrà chiesto se hai una o più nazionalità
  • Numero di telefono inglese (clicca qui per ottenerlo)

L’operatore ti darà un codice di referenza (reference number), la data dell’appuntamento e l’indirizzo del Jobcenter in cui recarti per ottenere il NIN. Infine farà un riepilogo dei documenti da portare e prenderà conferma che tutto sia chiaro. Nel caso non fossi assolutamente certo di avere compreso tutto quanto, non esitare a farlo presente.

Cosa portare all’appuntamento:

  • Prova di indirizzo (proof of address). Potrebbe essere il contratto di lavoro o il contratto di casa o una bolletta a tuo nome. Nel caso tu non abbia ancora un lavoro e viva in casa di amici – di conseguenza non sei in possesso di un contratto di affitto – puoi chiedere loro una dichiarazione del tuo domicilio presso casa loro che puoi stampare direttamente da qui.
  • Il numero di referenza che ti è stato dato al telefono (reference number).
  • Un documento di identità: passaporto o documento di identità nazionale.
  • Il contratto di lavoro.
  • Certificato di adozione o nascita (se non sei un cittadino Europeo).
  • Se ancora non hai un lavoro, porta con te delle prove di ricerca, per esempio delle e-mail inviate a siti di annunci (es. Gumtree). Questo ti aiuterà a dimostrare che stai effettivamente cercando lavoro.

Nota bene: se sei uno studente o lavori come nanny, esiste un’alta probabilità che la tua richiesta per ottenere il NIN venga rifiutata. Questo perché non hai un lavoro retribuito, di conseguenza il NIN non ti servirebbe.

Nel giro di 3/5 giorni lavorativi riceverai a casa una lettera di conferma da parte del Job Centre che indicherà l’ora e la data dell’appuntamento. Tale lettera NON è da considerarsi una prova di residenza.

Nel caso in cui tu non dovessi ricevere la lettera prima del giorno dell’appuntamento, non preoccuparti, recati comunque al Jobcentre.

Nota bene. Potrebbe capitare che durante la chiamata l’operatore del Job Center non scriva correttamente il tuo nome o la tua data di nascita e il tuo indirizzo ecc. Non preoccuparti perché sarà possibile correggere tutti i dettagli durante l’appuntamento.

All’appuntamento

Arriva al Jobcenter almeno 15 minuti prima. Organizzati per tempo, considera eventuali ritardi dovuti al traffico o alla metro, altrimenti corri il rischio di non essere accettato. Una volta dentro mostra il tuo numero di referenza e ti verrà indicata la postazione dove avrai il colloquio.

Ti faranno le stesse domande che ti hanno fatto per telefono, eccetto eventuali delucidazioni sul tuo lavoro, nel caso tu stia già stai lavorando. Faranno la copia del tuo documento e in meno di mezz’ora sarai finalmente fuori dal Jobcenter. Pronto a brindare. Pronto a dare ufficialmente il benvenuto alla tua nuova esperienza in UK.

Nota bene. Se pensi che il tuo inglese sia insufficiente e non riesci a capire bene l’operatore, puoi richiedere che ti venga assegnato un traduttore che ti aiuti durante il colloquio. Il servizio è offerto gratuitamente dal Jobcenter.

HAI PAGATO DELLE TASSE IN PIÙ? RICHIEDILE ORA!

Tempistiche per ottenere il NIN

Dal giorno della chiamata al Jobcenter al giorno dell’appuntamento i tempi possono variare da 1 a 30 giorni. In alcuni casi, durante i periodi più pieni, l’attesa può raggiungere i 45 giorni. Dal giorno dell’appuntamento presso il Job Centre all’effettiva ricezione del NIN a casa tua, passano dalle 4 alle 6 settimane. Possiamo quindi dire che per ottenere il NIN dal giorno della prima chiamata, possono passare circa 75 giorni.

Durante questo periodo puoi ovviamente iniziare a lavorare e, nel caso tu abbia già iniziato la tua esperienza lavorativa, informa il tuo datore di lavoro circa la data del tuo appuntamento. Una volta ricevuto il NIN, notifica il tuo numero al tuo datore di lavoro. Non c’è bisogno che gli consegni l’originale, puoi farne una fotocopia o semplicemente fornirgli il numero. Il NIN infatti identifica la tua persona come avviene in Italia con il codice fiscale. Ricorda che non esiste più un NIN temporaneo come accadeva oltre 10 anni fa.

Come prenotare il National Insurance Number tramite il nostro servizio

Se non ti senti particolarmente in grado di gestire il colloquio telefonico autonomamente, possiamo farlo noi al posto tuo. Puoi infatti incaricarci di richiedere l’appuntamento del NIN gratuitamente. Per ottenere questo servizio compila il modulo di richiesta NIN.

Sarai inserito in lista d’attesa ed entro 5 giorni lavorativi dalla tua richiesta riceverai una nuova e-mail con i dettagli del tuo appuntamento.

Ho perso il NIN, come posso recuperarlo?

Ci sono diversi modi per recuperare il NIN nel caso non te lo ricordassi più o l’avessi perso. Capita delle volte che si decida di lasciare il Regno Unito e di tornare dopo diversi anni senza ricordarsi minimamente quale sia il numero NIN. Ricordati che il NIN non ha una scadenza e che non cambierà mai.

Ma come posso recuperare il National Insurance Number? Ecco come fare.

  • Puoi trovare il NIN nella tua busta paga. È sempre contraddistinto da 2 lettere iniziali, una serie di 6 numeri e una lettera finale – Esempio NIN SP123456A.
  • Registra il tuo account personale al sito gov.uk e vai nella sezione “income”. In questa sezione potrai accedere al tuo NIN e stamparne una copia. Potrai inoltre aggiornare i dati del tuo NIN (ad esempio se cambi indirizzo). Ricorda che tendenzialmente non hai bisogno di cambiare indirizzo al NIN perché il NIN cambia indirizzo nel momento in cui il tuo titolare aggiorna i tuoi nuovi dettagli. Infatti si dice che “l’indirizzo del NIN segua l’indirizzo che dai al tuo datore di lavoro”.
  • Parla con un operatore attraverso la live chat per il NIN: per assicurarsi che stanno parlando con la persona corretta, ti porranno una serie di domande relative alla tua persona, al tuo indirizzo e, se i tuoi dettagli corrisponderanno a quelli in loro possesso, ti aiuteranno a recuperare il NIN.
  • Per ulteriori informazioni e altri metodi per recuperare il tuo NIN visita il sito ufficiale.

Sono certo che avrai altre mille domande che fino ad ora non hanno avuto risposta per cui ho deciso di creare una lista di domande e risposte nella speranza di fornirti qualche informazione in più.

 

Domande Frequenti

Per richiedere il NIN devi chiamare il numero 0800 141 2075 e seguire la voce guida.

Puoi richiedere il NIN solo una volta arrivato in UK. Non e’ possibile chiamare dall’Italia in quanto non è permesso dai Jobcenter.

Hai bisogno di un documento di identità valido che sia la tua carta di identità nazionale o il passaporto.

I seguenti sono validi come proof of address:

  • Contratto di casa.
  • Contratto di lavoro.
  • Lettera scritta da chi ti ospita o padrone di casa che confermi il tuo domicilio.
  • Estratto conto bancario originale.

In tutto, da quando effettui la chiamata per prendere l’appuntamento, servono circa 60/75 giorni. 30 giorni dalla chiamata, e circa 4/6 settimane per ricevere il NIN a casa.

È possibile richiedere un traduttore quando effettui la chiamata per prendere l’appuntamento per il NIN.

Il NIN ti permette di pagare le tasse per cui, se il tuo lavoro ti permette di guadagnare, allora hai bisogno del NIN.

Se fai la Au pair non hai bisogno del NIN. Generalmente la richiesta per il NIN viene infatti bocciata perché tu non hai un guadagno in busta paga.

È possibile lavorare senza il NIN per 90 giorni dal primo giorno di lavoro.

Si, certamente. È un tuo diritto ricevere lo stipendio anche se il NIN non è ancora arrivato.

Certamente. Tutte le tasse pagate in più possono essere recuperate. Parla con il tuo datore di lavoro oppure visita il sito gov.uk.

Non ti serve la Visa per poter richiedere il NIN. Se sei un cittadino europeo non hai bisogno della Visa per entrare nel Regno Unito.

Se ancora non hai fatto o ricevuto il NIN comunica al tuo datore di lavoro che hai fatto richiesta del NIN e che appena ti sarà arrivato, comunicherai il numero. Nel frattempo puoi consegnare la lettera inviata dal Job Center o il numero di referenza.

Nonostante non sia possibile anticipare il proprio appuntamento di per se, è possibile chiamare il Job Center, chiedere la cancellazione del primo appuntamento e ottenere un nuovo appuntamento nella speranza che debba aspettare meno rispetto al primo appuntamento. Ricorda che così facendo è possibile che il secondo appuntamento sia addirittura più tardi del primo prenotato.

Tecnicamente per aggiornare l’indirizzo del NIN devi chiamare il numero 0300 200 3500. Ricorda però che l’indirizzo del NIN si aggiorna in automatico quando comunichi il nuovo indirizzo al tuo datore di lavoro.

Il NIN è unico e non scade. Quindi puoi recuperarlo. Per recuperarlo leggi le informazioni nell’articolo.