Quale conto bancario aprire

Come aprire un conto corrente bancario inglese

Quale conto bancario aprire

Quale conto corrente bancario inglese scegliere

Quando arrivi in Gran Bretagna una delle prime cose da fare, oltre al numero di telefono e al NIN, è aprire un conto corrente.

Il conto corrente bancario è spesso un gran dilemma: quale banca scegliere, quale offerta attivare e soprattutto, quanto tempo ci vuole per avere un conto corrente?

Tra le banche inglesi più conosciute anche in Italia UK annoveriamo la HSBC e la Barclays, che sono tra le più grandi e presenti nel territorio, ma non sempre è così semplice aprire un conto.

Come aprire un conto bancario

Innanzitutto vorrei fare una premessa. Esistono due principali tipi di banche: quelle tradizionali con una sede fisica e quelle che funzionano solo online. In questo articolo cercherò di fare chiarezza sulla differenza tra questi due tipi di banca e come aprire un conto tradizionale e online.

Banche fisiche

Le banche tradizionali o fisiche sono quelle che incontri per strada, es. Barclays, HSBC e Natwest per citarne alcune.

Il metodo più semplice per aprire un conto corrente di questo genere in UK è accedere direttamente al sito della banca e seguire la procedura guidata per la registrazione (in inglese, bank account application). Durante la registrazione verranno richieste tutte le informazioni personali e dettagli circa la tua residenza.

Quali sono le parole più ricorrenti nel vocabolario di tutti i giorni? Abbiamo creato una lista per te

Una volta terminata la registrazione e la richiesta di apertura del conto, riceverai una email che ti invita a recarti in banca di persona per effettuare il riconoscimento con uno dei consulenti bancari. Questa è senz’altro la procedura standard più utilizzata.

Purtroppo, ahimè, non è sempre facile aprire un conto corrente tradizionale per via delle misure di sicurezza sempre più restrittive. Spesso è impossibile senza una raccomandazione o un apprezzabile storico bancario o delle garanzie di affidabilità finanziaria. Infine, ma non meno importante, la certezza che il conto sarà utilizzato per portare beneficio in terra locale.

Che documenti servono per aprire un conto corrente tradizionale?

Prima di recarsi in banca, bisogna preparare i documenti richiesti. Nel dettaglio, i seguenti sono i documenti che potrebbero essere richiesti:

Un documento di identità:

  • passaporto EU o UK
  • documento di identità nazionale (possibilmente la carta plastificata)
  • patente di guida EU o UK

Una proof o address:

  • bolletta a nome proprio
  • NIN
  • contratto di lavoro

Nonostante sia ben chiaro quali siano i documenti richiesti e tutti abbiamo un documento di identità valido, non sempre è facile reperire gli altri documenti quali la bolletta a nome proprio, il NIN o il contratto di lavoro per i quali impiegheremo diverso tempo per ottenerli.

Conto bancario Online

Il conto corrente bancario online, così come dice il nome stesso, è un conto online, cioè non ha un sede fisica e si basa sull’utilizzo del cellulare. Infatti, quasi tutte le banche online ti permettono di gestire il tuo conto attraverso la loro propria applicazione, sia per telefoni Android che per iPhone.

Scheda telefonica inglese. Quale scegliere tra le decine di compagnie presenti nel Regno Unito?

I migliori e più conosciuti conti online sono:

  • Monese: la banca online britannica più importante. Offre un conto in Sterline e in Euro, personale e business. Apri un conto Monese qui.
  • N26: già utilizzato da oltre 3,5 milioni di clienti. Puoi avere un conto in UK e un conto Euro, personale e business.
  • Revolut: è la banca ideale per chi fa operazioni in diverse valute (120 supportate). Quasi 10 mln. di clienti e vale 5 mld di dollari.
  • TransferWise: è il servizio più usato per trasferire soldi da una moneta all’altra, inoltre da oltre un anno ha introdotto una carta che ti permette di ridurre le commissioni quando viaggi all’estero e spendi in una moneta diversa dalla tua.

Quali sono le principali differenze tra una banca fisica e una banca online?

Le differenze tra banche con sede fisica e online sono minime, entrambe di permettono di proteggere i tuoi soldi, di effettuare acquisti online, nei negozi o ancora di chiedere un prestito (non tutte le banche online concedono prestiti).

Sicuramente uno dei motivi principali per optare per un conto corrente online, soprattutto per te che stai arrivando adesso nel Regno Unito, è che non hai bisogno di una proof of address, cioè non devi per forza dimostrare quale sia il tuo indirizzo, cosa fondamentale invece, se vuoi aprire un conto bancario fisico. Infatti, le banche online, sono la nuova generazione di banche, fatte e sviluppate per te che viaggi e vuoi maggiore flessibilità.

Inoltre, aprire un conto bancario è rapidissimo, varia dai 10 ai 30 minuti in base alla chiarezza dei documenti che sarai riuscito a caricare sull’applicazione durante la fase di registrazione del conto.

Che cosa è la proof of address?

La proof of address o volgarmente la prova di indirizzo è semplicemente un documento ufficiale che indica il nostro domicilio corrente.

Ti suggerisco di leggere il nostro articolo dedicato alle parole inglesi di uso comune e il loro significato.

Utilizzare la nostra carta italiana in UK

Quando arrivi in Inghilterra puoi continuare a usare la tua carta Italiana per pagare nei negozi, per prelevare dei contanti e anche per effettuare dei bonifici. Ma devi stare attento perché ognuna di queste transazioni comporterà delle commissioni.

Pagamento tramite terminale nei negozi: tendenzialmente questo tipo di pagamento non comporta alcuna commissione extra ma dal momento che tu spenderai sterline, la tua banca dovrà convertire gli Euro in sterlina e tale conversione ti fa sempre perdere del denaro. Infatti le banche hanno un tasso di cambio sempre più alto del tasso di cambio medio reale.

Ricorda sempre di verificare il sito della tua banca prima di partire all’estero cosi da essere informato su eventuali spese e commissioni extra.

Prelievo di contanti: la commissione per il prelievo di contanti da uno sportello inglese può essere alta addirittura fino a 5 Euro quindi ricorda che, se devi prelevare perché ne hai necessità assoluta, preleva quanto più puoi in modo da ammortizzare la commissione. Generalmente l’importo massimo che puoi prelevare in un giorno è tra i 250 e i 300 Euro.

Dall’aeroporto alla città, dalla città all’aeroporto. Quali autobus usare?

Bonifico: questa è tra le tre, la transazione sicuramente meno comune ma potrebbe servirti nel caso dovessi effettuare un bonifico per il deposito e l’affitto per poter entrare nella tua nuova casa. In questo caso le commissioni potrebbero raggiungere anche i 30 Euro o più (dipende dall’ammontare inviato e dalla tua banca). Se la persona alla quale stai inviando un bonifico è inglese, avrà sicuramente un conto bancario inglese quindi il tuo sarà considerato un bonifico internazionale.

Evita commissioni di trasferimento alte utilizzando il servizio TransferWise (commissioni basse e trasferimento internazionale effettuato in meno di un’ora).

Inoltre vorrei farti notare che avere una carta italiana potrà essere un inconveniente anche per il tuo datore di lavoro quando dovrà pagarti lo stipendio. Infatti, così come risulta essere un trasferimento internazionale quando tu devi pagare una banca inglese dal tuo conto italiano, allo stesso modo risulterà essere un bonifico internazionale se dovrà pagare lo stipendio dal suo conto inglese al tuo conto italiano.

Se hai qualche domanda scrivi un commento nella sezione commenti qua sotto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *